Letterina di Natale all’Assessore Luca Bergamo

Pubblicato da Italo il

Gentile Assessore Luca Bergamo,
abbiamo registrato, nel suo intervento finale al servizio di Striscia la Notizia del 19 Dicembre, la volontà di risolvere il grave problema che sta coinvolgendo gli artisti di strada a Roma, con multe, sequestri e addirittura anche denunce penali.
Le nostre proposte per dare una forma vera di regolamentazione all’arte di strada a Roma, e superare le note criticità della delibera 24/2012, sono alla base del MANIFESTO CULTURALE che abbiamo stilato, che ha già raccolto 2000 firme di sostegno (online su Change.Org e su cartaceo).
Le chiediamo quindi, prima possibile, un incontro per fare insieme più bella Roma con l’arte di strada. Siamo disponibili ad incontrarla anche durante le festività.

Auguriamo a lei e alla sindaca Virginia Raggi un buon Natale. Per noi invece sarà un Natale triste.

La Strada Libera Tutti – Movimento Romano degli Artisti di Strada

La petizione in corso su Change.Org con più di 1500 firme online e altre centinaia raccolte su carta: http://chng.it/fpnCGWFn

MANIFESTO CULTURALE DEGLI ARTISTI DI STRADA DI ROMA

L’arte di strada renderà Roma più bella se…

Verrà regolamentata in modo adeguato ed equo, in modo che possa essere sempre una risorsa d’arte, socializzazione e valorizzazione della città, e mai un disturbo o una forma di degrado.
Nello specifico chiediamo una nuova regolamentazione dell’arte di strada a Roma che garantisca questi principi base:

essa sia riconosciuta nell’ambito del diritto inalienabile alla libertà d’espressione sancito dalla Costituzione;
ne venga valorizzata la tradizionale natura itinerante, facendo in modo che gli artisti di strada non debbano stare sempre in un solo luogo, ma si possano spostare nella città;
nei luoghi particolarmente critici, in particolare del centro storico, vengano consentite forme d’arte di strada consone ai luoghi stessi, realizzando una mappatura delle piazze e di strade “particolari”, con regolamenti specifici caso per caso, che prevedano diverse discipline, riguardo ai tempi di presenza ed alternanza degli artisti e fascia di sonorità;
l’arte di strada sia “donata” gratuitamente dagli artisti alla gente che si trova negli spazi pubblici, e come unica forma di retribuzione consentita dovrà essere il “cappello”, in quanto libera donazione della gente agli artisti;
si riesca a valorizzare la qualità della prestazione artistica;
si stabiliscano e si assegnino diritti e doveri degli artisti in applicazione del codice etico e del regolamento dell’arte di strada, dove siano contemplate anche delle sanzioni proporzionate, in caso di ripetute violazioni da parte di artisti che non rispettino il regolamento stesso;
venga istituito dal Comune di Roma Capitale un ufficio di assistenza e controllo costante dell’arte di strada, che si occupi di collaborare costantemente con le forze dell’ordine, con residenti, commercianti, artigiani, agenzie turistiche, con gli stessi artisti di strada e con quant’altri, al fine di rendere meglio fruibili le attività degli artisti stessi.

“La strada va conquistata con l’arte, non presa e basta” (Dario Fo)

https://youtu.be/D1EIBB6Y32A


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi